Sentiero dell'aqila - tappe 09 & 10: Lamsenjochhütte - Karwendelhaus


L'incantevole paese-malga di Eng (con caseificio dimostrativo) può talvolta sembrare affollato dato che la sua bellezza paesaggistica attira tanti turisti e visitatori. Oltrepassati gli ultimi edifici di Eng, tuttavia, inizia un ampio sentiero che porta al rifugio Falkenhütte e presto ci si ritrova nuovamente soltanto in compagnia di qualche alpinista. Attraverso pascoli e boschi misti si risale dolcemente fino al passo Hohljoch a 1.794 metri. Nonostante a nessuno piaccia perdere metri di dislivello, il sentiero conduce nuovamente in discesa a 1.700 metri attraverso i giganti del Laliderer. Questo sali-scendi è soprattutto uno spettacolo per gli occhi. Infine il sentiero riporta dolcemente in salita fino al passo Spielissjoch e al grande rifugio Falkenhütte.Nel rifugio Falkenhütte, al cospetto delle imponenti pareti del Laliderer, si è forse sognato di ben altri tour in vetta, ma questa tappa ci porta inizialmente attraverso ameni pascoli. Dopo aver raggiunto la tranquilla malga Ladizalm si attraversa un bosco rado lungo una mulattiera fino a raggiungere il Kleiner Ahornboden, il piccolo bosco di aceri, che, nonostante il nome, è altrettanto suggestivo quanto il fratello maggiore. Poi, per accontentare la sete di alpinismo, ci incamminiamo con passo vigoroso in salita. In direzione nord-ovest si raggiunge la valle Untere Filztal, da dove ci separano ancora 400 metri di dislivello molto panoramici dal rifugio Karwendelhaus.

Da sapere su questa tappa

Lo sguardo dell’aquila tappa 09: Nella riserva naturale del "Großer Ahornboden", a 1.200 metri sul livello del mare, crescono intorno al paese-malga di Eng più di 2.000 alberi d'acero che hanno dai tre ai sei secoli di vita. Insieme alle pareti rocciose creano un panorama affascinante. È difficile stabilire se sia più bello ammirarli nel periodo della prima estate quando brillano di verde o dell'autunno con le foglie variopinte.

La sfida dell'aquila tappa 09: Le pareti del Laliderer nella catena Hinterautal-Vomper-Kette, che si ergono verticalmente per quasi 1.000 metri nel cuore del Karwendel, rappresentano una delle zone per l'arrampicata più rinomate delle Alpi calcaree nordtirolesi. Queste audaci pareti settentrionali, che non sono tanto lisce come appare da lontano, presentano impegnativi percorsi per l'arrampicata che vanno dal IV all'VIII grado.

Lo sguardo dell’aquila tappa 10: La pittoresca baita della malga Ladizalm risale probabilmente al XVI secolo ed è interessante anche dal punto di vista storico. Anche sulla croce in prossimità della sella Hochalmsattel, circondati dai pascoli, vale la pena di soffermarsi per ammirare il magnifico panorama che raggiunge anche la cima Birkkarspitze, in programma per il giorno successivo se si segue il percorso del Sentiero dell'aquila.

La sfida dell'aquila tappa 10· Il Kleiner Ahornboden è un angolo di paradiso con aceri di montagna secolari. Più in disparte del Großer Ahornboden, si trovano qui solo escursionisti e non comitive turistiche. Quindi, potrete appoggiarvi in tutta quiete a un albero di cinque secoli, avvertirne la sua energia e lasciarvi avvolgere dalla sua aura.


Apri mappa grande

Punto di partenza  

Rifugio Lamsenjochhütte

Punto d'arrivo

Rifugio Karwendelhaus

Catena montuosa

Lunghezza

21,5 km

Tempo di percorrenza

8 h

Caratteristica

  • Tour escursionistici per disabili su sedia a rotelle
  • Escursioni circolar

Grado di difficoltà

difficile (sentieri alpini neri)

Altitudine

1.960 m 1.230 m

Dislivello in salita 1.250 m
metri di dislivello in discesa 1.440 m

Condizione

Tecnica

* Si tratta qui di valori indicativi e suggerimenti. Per favore tenga presente le Sue abilità personali e la situazione meteo attuale. Non si assume responsabilità per l'essattezza delle informazioni.

Il Sentiero dell'aquila

Questa è una tappa del Sentiero dell'aquila, il più conosciuto itinerario a lunga percorrenza di Tirolo.

Downloads

Descrizione del percorso


Punto di partenza: Rifugio Lamsenjochhütte

Dal rifugio Lamsenjochhütte si ritorna sul sentiero della salita per un paio di metri, ma una volta giunti al valico si segue la direzione "Binsalm" e "Falkenhütte". In lieve discesa, il sentiero porta attraverso un terreno scosceso al di sotto della Lamsenspitze fino a giungere al valico Westliches Lamsenjoch (1.940 metri). Dall'altra parte del valico inizia la discesa verso "Binsalpe" e "Eng". Presto il sentiero si trasforma in una mulattiera o strada carrabile che porta dapprima attraverso un terreno aperto e arriva poi a toccare la malga Binsalm-Hochleger. Lungo il percorso ci sono alcune scorciatoie. Presto si raggiunge anche la malga Binsalm-Niederleger.

Possibilità di pernottamento e ristoro:

Le malghe Binsalm e Engalm

(Avviso: un pernottamento al rifugio Falkenhütte non è possibile durante l'estate 2018 e 2019 per ristauro)

Da qui si prosegue lungo una larga strada carrabile e quasi parallelamente a una valle profonda fino al paese-malga di Eng (1.270 metri) che spicca con le sue tradizionali baite e gli aceri secolari. Oltrepassate le ultime malghe, sulla destra, inizia l'ampio sentiero che porta al rifugio Falkenhütte. Questo sentiero risale dolcemente e porta in salita fino al passo Hohljoch (1.794 metri) attraversando prati di montagna e boschi misti. Dal passo si scende attraverso un buon sentiero al di sotto delle pareti del Laliderer fino a quota 1.700 metri, attraversando, così, i giganti del Laliderer. Nell'ultima parte della tappa, il sentiero risale dolcemente fino al passo Spielissjoch. Gli ultimi metri per raggiungere il grande rifugio Falkenhütte (1.848 metri) si percorrono su una strada carrabile.

In direzione nord al di sotto del rifugio Falkenhütte ci si orienta seguendo la segnaletica "Karwendelhaus" e ci si cammina su un buon sentiero in leggera discesa attraverso dei pascoli. Poi, si continua a scendere attraverso una strada carrabile e una mulattiera. Si passa per la graziosa malga Ladizalm con la sua baita storica e si prosegue in discesa attraverso un bosco rado, mantenendosi sempre sulla mulattiera. Dopo l'attraversamento del letto ghiaioso di un torrente generalmente in secca, il percorso ci porta al Kleiner Ahornboden e sbocca poi in un'ampia forestale, che porta dopo pochi passi al monumento di Hermann von Barth e ai vecchi posti di guardia forestali che si trovano poco sopra al monumento.  Da qui si procede sulla strada forestale verso sinistra, si superano i posti di guardia forestali e si prosegue in direzione "Karwendelhaus".

Presto la strada forestale attraversa un bosco rado e si trasforma in mulattiera e successivamente in un sentiero. Questo sentiero conduce attraverso l'amena valle Untere Filztal, prima di raggiungere un alpeggio (in generale si continua a procedere sempre lungo la stessa direzione). Non appena si lascia l'alpeggio verdeggiante, il sentiero sbocca in un una strada carrabile. Lungo questa strada si prosegue sempre nella stessa direzione attraverso i pascoli fino alla sella Hochalmsattel (1.803 metri) con la sua croce, da cui ci concediamo ancora una volta uno sguardo in direzione del rifugio Falkenhütte e delle pareti del Laliderer. Infine, si prosegue per un paio di metri in discesa sulla strada carrabile e si segue sulla sinistra l'ultimo tratto del percorso che porta al rifugio Karwendelhaus (1.765 metri). Qui si possono osservare dei magnifici tramonti.

Punto d'arrivo: Rifugio Karwendelhaus

 

Informazioni sulla località


Data arrivo

Come raggiungete la vostra meta? In aereo, treno, bus o auto.

Il Suo indirizzo d'arrivo: Schwaz

powered by Rome2Rio

Cerca e prenota


Tour escursionistici in questa zona


In su
La tua casella di posta elettronica ha bisogno di vacanze?

Allora iscriviti alla nostra newsletter periodica dal Tirolo con esclusivi consigli per le vacanze.

Live Chat
Live Chat