“Quest’anno, durante una competizione di sci di fondo, avevo gli sci con uno strato troppo spesso di sciolina e la tenuta era pessima. Una catastrofe fin dall’inizio. Dopo dieci minuti volevo mollare. Sul bordo pista, però, ho visto dei miei amici che si erano alzati soltanto per farmi il tifo. Allora ho pensato: ‘Sei pazzo? Non puoi farlo’. Anche un’altra amica mi ha motivato, incitandomi a raggiungere almeno la collina successiva.

Allora ho continuato, arrancando come un pinguino. Insieme a me, lungo il percorso, c’erano una trentina di finlandesi, norvegesi e svedesi che concorrevano. Ridevano, chiacchieravano e io ho pensato: ‘Sembra che questi se la stiano spassando e con loro riesco facilmente a tenere il passo’.

Ho completato insieme a loro il giro e sono arrivato al traguardo con un tempo migliore rispetto all’anno precedente. Non bisogna lasciarsi condizionare dall’ansia della prestazione. A chi interessa il risultato? Io competo soltanto con me stesso”


Rainer Renauer
Parrucchiere


Rainer Renauer fa il parrucchiere di professione e 20 anni fa a iniziato a praticare lo sci di fondo che ai tempi veniva considerato come uno sport “da vecchi”. Nel frattempo, la considerazione di questo sport è cambiata: la sua patria, l’Olympiaregion Seefeld, ospiterà nel 2019 i Campionati del mondo di Sci Nordico FIS ed è rinomata per l’eccellente infrastruttura per lo sci di fondo.

 
Seefeld
In su