Chi decide di seguire la sagoma dell’aquila, deve anche fare delle soste.


Per i più allenati che vogliono vivere l’emozione dell’alpinismo: il Sentiero dell’aquila nell’Osttirol offre agli appassionati degli itinerari a lunga percorrenza percorsi di media ed elevata difficoltà, ma anche opportunità di pernottamento spettacolari.

L’aquila ha ciò che spesso ci manca durante la vita quotidiana: una visione d’insieme! Muoversi ad alta quota, esplorare una regione, può aiutare a ritrovare una visione delle cose più chiara e netta. Le nove tappe del Sentiero dell’aquila, che attraversano l’Osttirol, disegnano la sagoma di un’aquila immaginaria. Le prime cinque vanno da Ströden fino al rifugio Tauernhaus di Matrei. Ogni tappa è percorribile singolarmente in giornata, gli appassionati degli itinerari a lunga percorrenza, tuttavia, possono sfruttare i tanti rifugi che si trovano lungo il percorso. Christian Riepler, guida alpina di Kals che conosce la regione come le sue tasche, trova che tutti i rifugi abbiano qualcosa di particolare da offrire: “dal rifugio Bonn-Matreier Hütte si vedono le Dolomiti. Direttamente dietro al rifugio Sudetendeutsche Hütte si trova un laghetto, mentre il rifugio Stüdlhütte regala una vera e propria sensazione di vita alpinistica...”. La tappa preferita da Riepler è la quinta che va dal rifugio Badener Hütte al Tauernhaus di Matrei: “uno scenario impressionante, panorami spettacolari sul mondo del ghiacciaio del Großvenediger. Il punto culminante dell’escursione è il Löbbentörl, uno dei punti più incantevoli di tutto il parco nazionale”.


Le tappe del Sentiero dell'aquila in Osttirol

Torna alla panoramica


In su
La tua casella di posta elettronica ha bisogno di vacanze?

Allora iscriviti alla nostra newsletter periodica dal Tirolo con esclusivi consigli per le vacanze.

Live Chat
Live Chat