Sentiero dell'Aquila – Tappa 19: Rifugio Anhalter Hütte – Rifugio Hanauer Hütte


Sempre meglio inciampare sulla pronuncia – oggi si va nell'incantevole valle Pfafflartal e a Pfafflar – che lungo il sentiero! Innanzitutto il percorso conduce con tratti assicurati al valico Steinjöchl, poi prosegue scendendo al passo Hahntennjoch. Dopo aver attraversato alcuni pittoreschi paesini nella valle Pfafflartal, ci si inoltra nella valle Angerletal alla volta della meta di oggi, il rifugio Hanauer Hütte. L'escursionista si trova ora all'interno dell'area protetta del Muttekopf, che copre una superficie di 38 chilometri quadrati. Gran parte di questo territorio tutelato si trova al di sopra del limite boschivo ed è perciò considerata alta montagna. Rispetto alle zone calcaree già attraversate, qui la vegetazione è più rigogliosa e ricca di molte piante alpine rare.


Da sapere su questa tappa

Lo sguardo dell’aquila · Dopo così tanta alta montagna è bello incontrare qualche bel paesino dal fascino rurale. Le case di legno di Pfafflar, alcune risalenti alla prima metà del XIII secolo, sono tra le più antiche del Tirolo. Costruite incastrando tronchi rotondi, per la loro realizzazione non sono state usate né seghe né elementi metallici. Incantevoli anche il paesino di Boden e le cascate che si incontrano lungo il percorso.

La sfida dell'aquila · Una delle cime più imponenti di questa tappa è il Falschkogel, visibile e raggiungibile dal passo Steinjöchl. Caratterizzato da aspre rocce a nord, il Falschkogel si presenta con un versante sud erboso ma tutt'altro che dolce. Attenzione quindi ai ripidissimi tratti di prato, la pendenza c'è e si vede!

Apri mappa grande

Punto di partenza  

Namlos, rifugio Anhalter Hütte (2.038 m)

Punto d'arrivo

Rifugio Hanauer Hütte (1.922 m)

Catena montuosa

Alpi Lechtaler Alpen

Lunghezza

12,5 km

Tempo di percorrenza

4 h

Caratteristica

  • Tour escursionistici per disabili su sedia a rotelle
  • Escursioni circolar

Grado di difficoltà

difficoltà media (sentieri alpini rossi)

Altitudine

2.180 m 1.350 m

Dislivello in salita 750 m
metri di dislivello in discesa 870 m

Il Sentiero dell'aquila

Questa è una tappa del Sentiero dell'aquila, il più conosciuto itinerario a lunga percorrenza di Tirolo.

Downloads

Descrizione del percorso


Punto di partenza: Namlos, rifugio Anhalter Hütte

Dal rifugio Anhalter Hütte si scende dapprima di qualche metro verso ovest, per poi cominciare in forte salita alla volta del passo Steinjöchl (tratti assicurati con fune metallica). Oltre il valico si scende subito. Poco più avanti, la pendenza diminuisce e si avanza trasversalmente verso sud-ovest in leggera discesa tra prati e pini mughi in direzione del passo Hahntennjoch. Nel punto in cui il sentiero si immette nella strada si seguono i segnavia rossi che punteggiano i pascoli imboccando sulla destra un sentiero che scende verso ovest. Poco più avanti si scorge il cartello per "Hanauer Hütte". In leggera discesa l'itinerario si snoda a nord della strada su un sentiero (che più in basso diventa mulattiera) attraverso prati a pascolo, pini mughi e rado bosco misto; per un breve tratto si percorre una piccola gola. Dal punto in cui il sentiero si immette nel tornante sinistro della strada, si avanza lungo la striscia verde a nord della carreggiata continuando a scendere (sentiero n° 601, indicazione sul muro). Presto appaiono le prime case di Pfafflar. Qui è eventualmente possibile imboccare la variante per il rifugio Hanauer Hütte inoltrandosi nella valle Fundaistal verso il passo Galtseitejoch. Chi preferisce seguire l'itinerario principale attraversa l'abitato di Pfafflar e al cartello "Nach Boden" svolta a sinistra oltre la strada e il torrente, percorrendo un incantevole sentiero che scende lungo il torrente (presso un gruppo di edifici si incontra un altra possibilità di deviare per il passo Galtseitejoch). Si prosegue sul percorso principale (con tratti di sentiero e carrareccia) verso ovest. Superati alcuni passaggi molto ripidi, si scende fino all'abitato di Boden raggiungendo il parcheggio per il rifugio Hanauer Hütte. Qui si attraversa subito il torrente Fundaisbach e si seguono le indicazioni "Hanauer Hütte". Si procede quindi su una bella strada forestale che, oltrepassato il torrente Angerlebach, comincia a risalire la valle Angerletal. Dopo il ponte il tracciato riprende a salire dolcemente attraverso un bosco rado. Poco più avanti si scorge già il rifugio Hanauer Hütte su un pianoro sopra la valle. Segue un breve tratto in discesa, dopodiché ricomincia la salita in campo aperto lungo l'ampio letto ghiaioso del torrente. Alla stazione di partenza della teleferica del rifugio la forestale diventa sentiero. L'ultimo tratto di salita avviene in serpentine (qui attenzione a restare sul sentiero estivo) fino al rifugio Hanauer Hütte (1.922 metri), che dal suo ampio pianoro si staglia davanti alla cima del Kogelseespitze.

Punto d'arrivo: Rifugio Hanauer Hütte

Possibilità di pernottamento e ristoro:

  • Gasthaus Pfafflar
  • Hanauer Hütte

Informazioni sulla località


Data arrivo

Il Suo indirizzo d'arrivo: Imst

fornito da ÖBB-Personenverkehr AG

Cerca e prenota


Ricerca specifica

Tour escursionistici in questa zona


In su
Live Chat
Live Chat