Sentiero dell’aquila - Tappa 13: Innsbruck – Sentiero tra i pini cembri – Innsbruck


Il richiamo della montagna torna già a farsi sentire e una tappa leggera è l'ideale dopo l'arrivo in città della tappa precedente. Le gambe hanno ancora po' di tempo per riprendersi, visto che il punto di partenza di oggi è raggiungibile in bus o tram fino a Igls e poi in cabinovia fino alla stazione d'arrivo del Patscherkofel. Il Sentiero tra i pini cembri si snoda verso est con un tracciato ampio senza passaggi ripidi, tranne la leggera salita che porta al rifugio Boschebenhütte. Da qui si può decidere se scendere nella valle Viggartal arrivando al rifugio Meißnerhaus oppure dirigersi alla malga Tulfeinalm e scendere con la seggiovia Halsmarterlift fino a Tulfes, per poi rientrare a Igls e Innsbruck. Da Tulfes, tuttavia, vale la pena di raggiungere Hall in Tirol e dedicare una visita a questo incantevole borgo storico.


Da sapere su questa tappa

Lo sguardo dell’aquila · Dopo così tanti panorami a perdita d'occhio sulle montagne, le meraviglie di questa tappa invitano invece ad abbassare lo sguardo. Con i suoi 2.000 metri di quota l'Alpengarten del Patscherkofel, vicino alla stazione d'arrivo della cabinovia, è il giardino botanico più alto dell'Austria. Un immenso tesoro di habitat e flora delle Alpi: dalle distese di ericacea montana al bosco d'alta quota, dall'Achillea millefolium alla Vitaliana primuliflora.

La sfida dell'aquila · Nella conca di Ampass cresce probabilmente l'albero più antico del Tirolo. Si tratta di un pino cembro di oltre 700 anni, dichiarato monumento naturale già nel 1926, che insieme a migliaia di suoi simili dà vita a un bosco straordinario. Presenti fino a 2.500 metri d'altitudine, i pini cembri sopportano temperature molto basse e hanno di conseguenza una crescita molto lenta. Il profumo dell'olio essenziale contenuto nel loro legno ha proprietà calmanti. Tra i boschi del Glungezer, a 1.560 metri, chi si vuole riscoprire bambino trova la pista di biglie più grande del mondo, con tracciati spettacolari e simpatiche biglie in legno di cirmolo.

Apri mappa grande

Punto di partenza  

Innsbruck/stazione ferroviaria centrale o fermata del tram Bergisel

Punto d'arrivo

Innsbruck/stazione ferroviaria centrale

Catena montuosa

Alpi Tuxer Alpen

Lunghezza

8 km

Tempo di percorrenza

2 h 30 min

Caratteristica

  • Tour escursionistici per disabili su sedia a rotelle
  • Escursioni circolar

Grado di difficoltà

difficoltà media (sentieri alpini rossi)

Altitudine

2.060 m 1.940 m

Dislivello in salita 300 m
metri di dislivello in discesa 200 m

Il Sentiero dell'aquila

Questa è una tappa del Sentiero dell'aquila, il più conosciuto itinerario a lunga percorrenza di Tirolo.

Downloads

Descrizione del percorso


Punto di partenza: Innsbruck/stazione ferroviaria centrale o fermata del tram Bergisel

Dalla stazione centrale di Innsbruck si prende il bus o il tram per Igls. Qui si sale a bordo della funivia del Patscherkofel raggiungendo la stazione d'arrivo a 1.964 metri. Si seguono da subito le indicazioni per il Sentiero tra i pini cembri ("Zirbenweg", n° 350), che da appena sopra il rifugio Schutzhaus Patscherkofel si snoda ampio verso est. Qui ha inizio anche il sentiero didattico dell'Alpenverein, segnato come "Naturlehrpfad Patscherkofel". L'ampio sentiero corre appena sopra la linea dei 2.000 metri restando quasi sempre a monte del limite boschivo, ma senza attraversare aree completamente prive di alberi. In questo tratto, come rivela il nome dell'itinerario, i protagonisti sono gli antichissimi pini cembri. In leggera salita si avanza fino al rifugio Boschebenhütte (2.035 metri), un po' nascosto, dove per chi lo desidera c'è la possibilità di scendere nella valle Viggartal e al rifugio Meißner Haus. Restando sul Sentiero dell'aquila, invece, da Boscheben si prosegue sempre verso est, restando sotto la piccola cima e senza mai scendere verso valle. Continuare sul sentiero n° 350 fino alla malga Tulfeinalm, da dove con una salita di pochi minuti si raggiunge la seggiovia Halsmarterlift. Scesi in seggiovia a Tulfes, si ritorna a Igls in autobus e da qui si rientra a Innsbruck in autobus o in tram.  Chi preferisce scendere a piedi fino alla partenza della funivia del Patscherkofel, imbocca dalla stazione di valle della Glungezerbahn il sentiero Speckbacherweg e, superati i paesini di Rinn e Sistrans, arriva a Igls (tempo di percorrenza: 3 ore). Dalla stazione di partenza della funivia del Patscherkofel si può scendere a Innsbruck anche a piedi. Da Igls si raggiunge Vill e si prosegue nel bosco fino al rifugio Poltenhütte; da qui si avanza fino alla fermata del tram "Tantegert", si devia in direzione del ristorante Bretterkeller e si attraversa il ponte sull'autostrada; dopo ca. 200 metri verso ovest si continua verso la città via ristorante Gasthof Bierstindl, abbazia Stift Wilten, Leopoldstraße, si svolta poi a destra al sottopassaggio dell'Olympiabrücke e si percorre infine la Südbahnstraße fino alla stazione dei treni (tempo di marcia: ca. 1 ora ½).

Punto d'arrivo: Innsbruck/stazione ferroviaria centrale

Possibilità di pernottamento e ristoro:

  • Pastscherkofelhaus
  • Boschebenalm
  • Tulfeinalm
  • Glungezerhütte

Informazioni sulla località


Data arrivo

Come raggiungete la vostra meta? In aereo, treno, bus o auto.

Il Suo indirizzo d'arrivo: Igls

powered by Rome2Rio

Cerca e prenota


Ricerca specifica

Tour escursionistici in questa zona


In su
La tua casella di posta elettronica ha bisogno di vacanze?

Allora iscriviti alla nostra newsletter periodica dal Tirolo con esclusivi consigli per le vacanze.

Live Chat
Live Chat